“In che mondo siamo?” Una proposta di divisione del bosco comunale nel 1911

5.12.2023

“In che mondo siamo?” intitolava attonito l’articolista del “Crociato” il 22 gennaio del 1911, di fronte alla notizia che il Consiglio Comunale aveva approvato la divisione del bosco tra le famiglie di Muzzana, che ai tempi contava poco più di 1400 abitanti.

La proposta trovò l’opposizione dell’allora Comitato Forestale, che probabilmente contribuì a fermare il progetto.

Al dì là del fatto di cronaca, il giornale cattolico udinese riporta alcune considerazioni interessanti sull’importanza dei beni comunali (“una volta divisi il povero sta poco a venderli e a rimanere senza”) e ci fa capire come all’epoca esistesse una sensibilità difficilmente ascrivibile all’ambientalismo ma di certo contraria a quel processo di disboscamento che nel nome del progresso agricolo ed industriale portò nei decenni a venire all’azzeramento delle superfici boschive in pianura  (“tutti reclamano il rimboschimento, perché la distruzione dei boschi ha impoverito l’Italia”).

Si ringrazia il sig. Igino Dorissa per averci segnalato l’articolo.

Vai all’articolo