flora

 

uccelli

anfibi

 

artetica.muzzana@gmail.com

I boschi di Muzzana e i territori a essi limitrofi sono caratterizzati da una varietà di specie avicole molto ampia; ciò è dato sia dall'unicità dell'ambiente boschivo planiziale che dalla vicinanza alla Laguna di Marano.
I periodi più ricchi di specie sono senza dubbio quelli della migrazione primaverile ed autunnale quando specialmente nelle zone di ecotòno (fasce di confine tra ambienti diversi) si possono osservare Capinere, Luì, Balie, Tordi e, a pochi metri di distanza, lungo i canneti del fiume, insettivori come la Cannaiola verdognola e il Migliarino di palude e uccelli acquatici come lo Svasso maggiore e la Folaga.
Notevole la presenza del Picchio Nero e di rapaci diurni come il Nibbio bruno e il Falco pecchiaiolo.
Alla fine dell'inverno, nelle zone agricole comprese nel territorio si osservano molte specie di Ardeidi, Limicoli, Oche selvatiche e lombardelle durante l'alimentazione nei campi e nei fossati di scolo, e grossi stormi di Pavoncelle tra i quali non è raro scorgere qualche Piviere dorato.
In tarda primavera e in estate le osservazioni nel bosco sono prevalentemente mattutine e legate al riconoscimento di canti e richiami in quanto le temperature e la rigogliosità della vegetazione rendono il bosco un facile nascondiglio e un sicuro riparo per gli uccelli.

 

 

scarica la check list